Perchè mangiare più frutta e verdura di stagione?

Aumentare il consumo di frutta e verdura di stagione significa scegliere sempre il meglio.

Tutt’altro che una rinuncia, apprezziamo la selezione più gustosa e salutare che ci offre la natura, senza doverci accontentare di scelte fuori stagione prive del gusto che ci aspettavamo. La salute del nostro corpo, del nostro portafoglio e addirittura del nostro pianeta beneficiano fortemente di questa scelta. Ora non stiamo dicendo di acquistare frutta e verdura sempre muniti di un calendario che ne indica la stagionalità, ma un occhio di riguardo in più e leggere questo articolo può bastare a trasmettere i vantaggi del mangiare più frutta e verdura di stagione.

Più naturale

A meno che non sappiate apprezzare il sapore ricco, ricercato e caratteristico dei conservanti, conviene aumentare il consumo di frutta e verdura di stagione. Le sostanze chimiche necessarie per preservare le scelte fuori stagione e trasportarle da una parte all’altra del mondo non sono necessarie quando la frutta e la verdura migliore non ne ha bisogno ed è a chilometro zero.

Più buona

La frutta di stagione è indiscutibilmente più buona. Colta nel momento in cui la natura ne sta dettando la maturazione e quindi all’apice del suo sapore. Vi è mai capitato di mangiare frutta e verdura priva del gusto che dovrebbe avere? Probabilmente era fuori stagione e non potrà mai competere con quella più fresca e colta poco prima di arrivare sulle vostre tavole.

Meno costosa, anche per il pianeta

Apprezzare di più nel momento adatto la varietà che madre natura insiste tanto a offrirci potrebbe essere nel vostro interesse economico oltre che salutare. Le scelte di stagione costano molto meno di quelle fuori stagione e l’impatto ambientale che deriva dalla continua esportazione di quest’ultime può essere controbilanciato dall’acquisto di più frutta e verdura già a chilometro zero. Così fate un favore sia a voi stessi che al pianeta.

La frutta di stagione varia

Non dobbiamo fare altro che consumare più frutta e verdura di stagione per rispettare quel consiglio trito e ritrito (ma sempre vero) di mangiare a colori e variare nei nostri alimenti. Potreste inoltre sorprendervi del piacere di cambiare frutta e verdura in tavola con il variare delle stagioni. L’autunno è meno triste, l’inverno meno freddo, la primavera più allegra e l’estate più divertente, non ci si annoia mai con le stesse scelte ripetute.

La stagionalità coincide con le nostre necessità

L’aspetto più sorprendente e che ha dell’incredibile sulla stagionalità consiste nel fatto che la natura sembra far maturare frutta e verdura a seconda di che cosa ha bisogno il nostro organismo. Come per magia, quando abbiamo bisogno di proteggere il sistema immunitario nei mesi freddi matura più frutta e verdura ricca di vitamina C (Cavoli, cavolfiori, broccoli, bietole, spinaci, arance, mandarini, kiwi, mele, pere etc.). Nei mesi più caldi, quando abbiamo bisogno di idratarci per il caldo maturano anguria, il melone, le pesche, i pomodori, e per proteggerci dai raggi del sole peperoni, zucchine e melenzane che contengono anche una buona quota di carotenoidi e antiossidanti. Coincidenza o no, non approfittare di questa fortuita abbondanza della frutta e della verdura giusta al momento giusto è davvero un peccato.

Più vitamine e una vita più salutare

Il valore nutrizionale di tutta la frutta e la verdura è assolutamente maggiore se di stagione. Al contrario, frutta e verdura lungamente conservata perde gran parte di vitamine antiossidanti, e abbiamo già parlato della maggiore quantità di concimi, pesticidi e conservanti. Insomma, se mangiamo la frutta e la verdura per stare bene, è un peccato non godere pienamente di tutti i benefici naturali che così ostinatamente la natura continua ad offrirci, soprattutto nel momento in cui le offre.